Future Food District a Expo Concept

Future Food District a Expo
Future Food District a Expo
Cliente: Coop Italia | Luogo: Milano | Anno:2015 | Superficie: 2500 mq
Un’opera caratterizzata da una tecnologia avveniristica e da uno spiccato ricorso alla realtà aumentata. Posto nel cuore del Sito Espositivo, all’incrocio tra Cardo e Decumano, il Future Food District è una delle Aree Tematiche di Expo Milano 2015. Realizzato in collaborazione con lo studio di Architettura Carlo Ratti di Torino, si compone di un padiglione di 2.500 metri quadri (Supermarket) e di una piazza pubblica di 4.500 metri quadri su cui insiste un’altra struttura (Exhibition Area). Attraversando i diversi ambienti, i visitatori possono esplorare e conoscere una catena alimentare più etica e trasparente, resa possibile dall’uso delle nuove tecnologie. I prodotti sono esposti su ampi tavoli interattivi: il semplice sfiorarli con la mano permetterà al visitatore di ottenere informazioni aumentate sui prodotti,le sue proprietà, la sua storia, il suo tragitto dalle origini all’utente finale.
Future Food District a Expo
La Piazza è uno spazio di condivisione in cui raccontare le altre fasi della filiera e sperimentare nuove possibilità per l'agricoltura urbana e per la produzione di cibo ed energia. Nella piazza è anche presente il Vertical  Plotter, un dispositivo che ricostruisce in tempo reale, disegnandoli sulla facciata del padiglione, i volti  di persone entrate nel supermercato “del futuro” e che hanno voluto farsi fotografare e ritrarre raccontando anche le loro abitudini di acquisto. E' sempre nella piazza la struttura polivalente dell' Exhibition Area proietta i visitatori in un futuro ancora più lontano, a contatto con suggestioni di possibili nuove opzioni di produzione,  distribuzione e imballaggio del cibo ed è qui che l'Aula del Futuro ospita i giovani cittadini del domani in un spazio dove interagire ed apprendere.
Future Food District a Expo
Future Food District a Expo
INRES ha svolto l'incarico per la Progettazione esecutiva e la Direzione dei lavori, curando il rapporto con i fornitori per l'approvvigionamento dei dispositivi elettronici e delle infrastrutture.